Il mondo nuovo – Aldous Huxley

Il Mondo Nuovo di Aldous Huxley è un romanzo di fantascienza di genere distopico. Il romanzo è ambientato in un immaginario stato totalitario del futuro, simboleggiato dal culto di Ford e dal motto “Comunità, Identità, Stabilità”. Lo stato è pianificato nel nome del razionalismo e i cittadini di questa società non sono oppressi dalla guerra né dalle malattie e possono accedere liberamente ad ogni piacere materiale.

Tutto è progettato, anche gli esseri umani.

Uno dei temi che prevale nel romanzo è quello del concepimento in provetta, infatti gli abitanti vengono concepiti e prodotti industrialmente,

“un ovulo germoglia, prolifica, si scinde. Da otto a novantasei germogli, e ogni germoglio diventerà un embrione perfetto, e ogni embrione un adulto completo.”

Il fine della società descritta ne Il Mondo Nuovo è proprio quello di far crescere più esseri umani dove prima ne cresceva uno solo. Insomma sempre e solo progresso e distorsione della morale.

I bambini crescono e durante l’infanzia vengono condizionati con la tecnologia. Fin da piccoli sono costretti ad odiare libri e fiori e ad assumere il “soma”, una droga necessaria per sedare situazioni e istinti violenti o malinconici e qualunque cattivo pensiero, il “cristianesimo senza lacrime”.

In questo stato non c’è l’idea di famiglia. Già nella fase di “creazione” dei bambini non vi è la procreazione, che è considerata assolutamente qualcosa di vergognoso. Le donne utilizzano i contraccettivi, infatti è incoraggiato il sesso libero e vi è l’assenza di relazioni stabili.

Da adulti i cittadini occupano ruoli prestabiliti secondo il livello di intelligenza alla nascita. I feti vengono divisi, fin dal concepimento in vitro, in cinque categorie gerarchiche di importanza (da Alfa Plus a Epsilon Minus).

L’equilibrio della società “perfetta” si spezza quando John, un giovane cresciuto in una società più primitiva, entra in contatto con questa società “perfetta”. John vive nella Riserva, zona in cui gli uomini conducono la vita tradizionale, vengono partoriti e muoiono da anziani. Nella Riserva esiste la religione, mentre nello stato “perfetto” no, guai a pensare che ci sia un fine nel Paradiso!

John è l’alternativa al mondo nuovo, è colui che nel romanzo rivendica la libertà, anche la libertà di invecchiare. La sua ribellione però non ha fortuna, lui è il singolo che combatte contro la massa.

“Ebbene, io preferirei essere infelice piuttosto che avere questa specie di falsa, ingannevole felicità che avete qui.”

La sconfitta del singolo, e quindi della cultura, è uno dei temi ricorrenti di tutta la narrativa di Huxley.

Altri personaggi che si ribellano ma falliscono perché legati allo stato “perfetto” sono Lenina e Bernard Marx, che nel libro è descritto come l’errore nella perfezione. Poi c’è Watson che non è completamente soddisfatto della vita nello stato totalitario.

Sia per il successo e sia per i vari dibattiti che si sviluppano intorno alle tesi discusse nel libro, Huxley pubblica nel 1958 “Ritorno al mondo nuovo”, dove evidenzia che molte delle sue più catastrofiche previsioni del 1932 si sono avverate.

Consiglio la lettura di questo romanzo, così come consiglio quella degli altri romanzi di Huxley.
Il romanzo è ben scritto, la lettura è scorrevole, piacevole e coinvolge fin dalle prime righe.
Nei primi capitoli vi è la descrizione della società, qui il linguaggio è più articolato e scientifico, ma è stato proprio questo che mi ha incuriosito.

Dopo aver letto Il mondo nuovo ho riflettuto sul fatto che alcune utopie oggi sono realizzabili, l’idea del futuro e del progresso non è del tutto astratta. Non dovremmo avere paura di tutto ciò?

One thought on “Il mondo nuovo – Aldous Huxley

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: